Acli di Arezzo: “Festival della Solidarietà”, la festa provinciale delle Acli a Ponticino

La Festa Provinciale delle Acli di Arezzo raggiunge il traguardo della decima edizione: cinque giorni ricchi di iniziative, da mercoledì 4 a domenica 8 luglio, che si svolgono a Ponticino, piccolo centro della provincia aretina.

Politica, cultura, presentazioni di libri, dibattiti con grandi ospiti, e ancora sport, musica, spettacolo, gusto: ogni anno la manifestazione prevede un calendario fitto di appuntamenti che, come tradizione, ha l’obiettivo di aggregare l’intero universo aclista locale e di raccogliere fondi per sostenere l’associazionismo del territorio provinciale.

«L’intero ricavato – spiega Antonio Paoli, presidente del circolo Acli di Ponticino – sarà devoluto alle tante realtà locali impegnate nel sociale che saranno presenti con i loro stand, con i loro operatori e con le loro attività, configurando così un vero e proprio “Festival della Solidarietà”».

La festa, come tradizione, sarà anche l’occasione per riflettere e confrontarsi su diverse tematiche di attualità, grazie alla partecipazione di esponenti del mondo economico, politico e sociale italiano.

Uno degli appuntamenti più attesi si terrà questa sera, alle 21.00, con il dibattito “Ripartire dalla cultura per sostenere lavoro e sviluppo economico”, a cui parteciperanno il presidente delle Acli Nazionali Roberto Rossini e gli onorevoli Maria Elena Boschi e Stefano Mugnai.

La giornata di sabato 7 luglio si aprirà con un incontro tra i rappresentanti dei quarantuno circoli aclisti della provincia, a cui verranno illustrati i contenuti del dossier elaborato dall’Iref, l’Istituto di Ricerche Educative e Formative, per analizzare la situazione socio-economica aretina e per prevederne gli scenari futuri. Seguirà un dibattito per analizzare il ruolo delle Acli nell’attuale contesto sociale e politico in continuo cambiamento.

Nel pomeriggio si terrà la presentazione del libro “Gli Eroi di via Fani”, presente l’autore Filippo Boni, il quale racconterà le vite, gli affetti e i sogni dei cinque agenti della scorta di Aldo Moro che rimasero uccisi il 16 marzo 1978, giorno del rapimento del politico e statista democristiano, nel corso del conflitto a fuoco con le brigate rosse. Un sacrificio che è stato dimenticato dalla storia e mai dovutamente approfondito.

Tantissime le iniziative che animeranno la cinque giorni di festa: la gara podistica Straponticino e il dj-set, teatro, tornei di biliardino e tennis-tavolo per bambini e adulti, la presentazione del restaurato quadro della “Madonna dei sette dolori in Pietà ai piedi della croce” della chiesa di Ponticino, tanto spazio alla musica, alle cene di solidarietà e agli stand dedicati alle eccellenze enogastronomiche dello splendido territorio aretino.

Le Acli di Arezzo ricorderanno con una messa in memoria Antonio Nicolò, uno dei loro più autorevoli e stimati rappresentanti, che come presidente provinciale e presidente regionale ha contribuito in maniera decisiva alla crescita del movimento a livello territoriale.

La Festa Provinciale delle Acli si concluderà domenica 8 luglio con la Santa Messa celebrata da Don Fabrizio Vantini, Vicario della Diocesi di Arezzo Cortona e Sansepolcro, e con una grande cena di solidarietà in piazza.

«La decima edizione della festa provinciale delle Acli rappresenta un traguardo importante – commenta il presidente delle Acli di Arezzo Stefano Mannelli, – che abbiamo voluto celebrare con un programma interessante e variegato tra grandi ospiti, dibattiti e iniziative culturali. Tra i momenti più attesi rientra l’incontro dei circoli del sabato che sarà un’occasione per delineare i temi, i percorsi e le riforme che caratterizzeranno i futuri assetti delle Acli».

  

Festa Provinciale delle Acli di Arezzo
“Festival della Solidarietà” 4 – 8 Luglio 2018
Piazza Don Alcide Lazzeri, Ponticino

Acli di Arezzo: “Festival della Solidarietà”, la festa provinciale delle Acli a Ponticino
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR