Il corso di geopolitica delle Acli di Bergamo

«In che mondo viviamo?» è il percorso formativo di geopolitica organizzato dalle Acli di Bergamo a partire dal 15 gennaio 2018 fino a marzo dello stesso anno.

 

Il corso, diviso in sei incontri,  è destinato in particolare a giovani adulti per capire le trasformazioni in atto del mondo contemporaneo e per rimettere al centro la passione civile e politica, l’impegno e la partecipazione.

 

A partire da lunedì 15 gennaio si terranno sei incontri laboratoriali per cercare di comprendere i fenomeni geopolitici odierni e per sensibilizzare i partecipanti alle problematiche del mondo e alla politica, intesa come partecipazione attiva.

 

«Per un’associazione popolare come la nostra è fondamentale avere uno sguardo internazionale e internazionalista – spiega Mario Ghidoni, consigliere di presidenza con delega a pace e mondialità delle Acli di Bergamo –, un interesse solidale verso le donne e gli uomini del mondo, in particolar modo verso coloro che soffrono. Questo è lo sguardo che ogni aclista, relazionandosi ai fenomeni della società e del mondo e seguendo l’insegnamento di don Lorenzo Milani, dovrebbe avere.

 

Non si può infatti pensare di stare bene quando il nostro prossimo sta male. Non sempre è facile, soprattutto in una società individualista come la nostra. Bisogna però sforzarsi di agire localmente pensando globalmente: è necessario tutelare le pluralità territoriali e le diversità culturali dalla violenza uniformante della globalizzazione ma, allo stesso tempo, non si può rinchiudersi in facili nazionalismi senza confrontarsi con le problematiche sovranazionali e con quei popoli a cui, ancora, mancano diritti sociali e libertà».

Ogni incontro sarà strutturato allo stesso modo verrà idealmente suddiviso in quattro parti: relazione introduttiva, pausa buffet, lavoro di gruppo, restituzione e confronto.
Di seguito il programma

 

  • Lunedì 15 gennaio: “La Russia di Putin”, interviene Giorgio Cella, Università Cattolica di Milano
  • Lunedì 29 gennaio: “L’Africa c’è, ma continua a non esistere”. Interviene Raffaello Zordan, Nigrizia
  • Martedì 13 febbraio: “L’Europa tra sovranismi e localismi”, interviene Filippo Pizzolato, Università Bicocca Milano
  • Mercoledì 21 febbraio: “L’America di Trump”, interviene Davide Borsani, Università Cattolica Milano
  • Lunedì 12 marzo: “Cina, il paese di mezzo”, interviene Gianni Criveller, studioso e missionario del Pime
  • Lunedì 26 marzo: “Dentro il sistema della guerra: i conflitti dimenticati”, interviene Francesco Vignarca, Coordinatore Rete Disarmo.

Tutti gli incontri si svolgeranno dalle ore 18.00 alle ore 22.00 alla sede Acli in via San Bernardino 59 a Bergamo. Il costo è di 40 euro, per i giovani fino ai 25 anni il costo è di 25 euro. Per informazioni e iscrizioni: www.aclibergamo.it; aclibergamo@gmail.com

 

Il corso di geopolitica delle Acli di Bergamo
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR