San Onorato di Amiens – Patrono dei panettieri e dei pasticceri

Un santo per ogni lavoratore: le Acli inaugurano una nuova rubrica dedicata ai protettori delle categorie professionali. Un appuntamento, dettato dal calendario, con la vita di uomini straordinari. Uno spazio che vuole mettere al centro il lavoro, i lavoratori e, soprattutto, la fede popolare.

 

 

San Onorato di Amiens – Patrono dei panettieri e pasticceri

 

Onorato sarebbe il terzo vescovo di Amiens secondo il catalogo episcopale della città; ma questa collocazione non è sicura. Nacque a Port-le-Grand (Ponthieu) vicino ad Amiens da una famiglia nobile. Si dice che fosse virtuoso sin dalla nascita.

Fu istruito dal suo predecessore nel vescovado di Amiens, San Beato. Era contrario a essere eletto vescovo di Amiens, credendosi indegno di questo onore. Secondo la tradizione un raggio di luce di origine divina discese sulla sua testa alla sua elezione a vescovo. Apparve anche olio santo di origine sconosciuta sulla sua fronte.

Secondo una leggenda, quando si seppe nel suo paese natale che era stato proclamato vescovo, la sua bambinaia, che stava infornando il pane per la famiglia, rifiutò di credere che Onorato fosse stato elevato a un tale ruolo. Affermò che avrebbe creduto alla notizia solo se la pala che stava usando per infornare il pane avesse messo radici e si fosse trasformata in un albero. Quando la pala fu posta nella terra si trasformò in un cespuglio di more che diede fiori e frutti.

San Onorato di Amiens – Patrono dei panettieri e dei pasticceri
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR