US ACli Milano: cultura della prevenzione e della salute al Meazza

Debutta il 25 maggio nel tempio del calcio milanese – lo stadio Meazza – la prima edizione del Campionato dei Condomini di “calcio a 7” organizzato dall’USAcli di Milano in collaborazione con SSA – Società cooperativa Servizi per l’Abitare e CCL – Consorzio Cooperative Lavorati. 14 giornate di campionato che hanno portato alla vittoria il condominio Battisti di Pero (Mi). Venerdì sarà la volta dell’USAcli Day e della consegna dei primi 3 classificati del Campionato dei Condomini, preceduta da un match finale tra le capolista. Oltre ai classici trofei sportivi per i primi classificati e i premi per il capocannoniere, il miglior portiere e i vari premi speciali, i primi tre condomini riceveranno un defibrillatore. Di questi tre dispositivi salva-vita, uno sarà offerto dalla campagna di sensibilizzazione lanciata dall’associazione In campo con il Cuore, mentre gli altri due sono stati acquistati e donati da SSA, che nei prossimi mesi si impegnerà a dotare ogni condominio in gestione, di questo fondamentale apparecchio.

“Il Campionato dei condomini nasce con uno specifico obiettivo — spiega Domenico Lupatini, presidente di Us Acli Milano — promuovere all’interno dei condomini percorsi di corretti e sani stili di vita attraverso l’attività sportiva. Una cultura, quest’ultima, che l’US Acli cerca di diffondere da sempre, si aggiunge a questo il tema della prevenzione: tutti coloro che hanno partecipato al Campionato si sono dovuti obbligatoriamente sottoporre a una visita medica per attività agonistica e quindi a uno screening generale anche di tipo cardiologico. I condomini che hanno giocato – conclude Lupatini – si sono sportivamente battuti per dotare il proprio condominio di uno strumento ritenuto fondamentale. A tal proposito bisogna aggiungere che il defibrillatore non sarà a disposizione esclusiva del condominio, ma di tutto il quartiere”.

E lo sport aiuta anche la socializzazione e la soluzione di questione di democrazia “dal basso”, come commenta Marco Venturini, presidente della Società cooperativa Servizi per l’Abitare di CCL, sottolinea un altro aspetto positivo raggiunto con l’iniziativa: “Il Campionato è servito anche a sviluppare relazioni nuove e collaborative all’interno dei condomini e fra condomini. Due risultati non supportati da dati statistici ma da riscontri empirici: le riunioni di condominio realizzate in questo periodo sono state meno litigiose, più collaborative e hanno ottenuto risultati con consensi più unanimi e frutto di riflessioni comuni; molti condomini, proprietari anche di appartamenti sullo stesso vano scala, si sono parlati e sono entrati in una relazione autentica per la prima volta dopo tanti anni. In alcuni casi sono nate amicizie inedite e inedite collaborazioni sia all’interno della vita condominiale che all’esterno”.

CCL, SSA e US Acli di Milano si impegnano a proseguire questo progetto di prevenzione per la salute dei cittadini, anche promuovendo corsi formazione per l’utilizzo dei defibrillatori donati, provando a utilizzare anche gli spazi comuni condominiali e mettendoli a disposizione di tutto il quartiere dove i condomini vincitori di trovano.

US ACli Milano: cultura della prevenzione e della salute al Meazza
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR