Le ACLI di Latina metteranno online da gennaio 2021 un servizio di consulenze per le famiglie per aiutarle a conciliare genitorialità e professione.
La scelta deriva dalla constatazione che i servizi per le famiglie sono in diminuzione e comunque non sono sufficienti a supportarle in questo momento di grande difficoltà dovuta all’emergenza sanitaria ed economica in corso: per questo le ACLI hanno deciso di aiutarle concretamente ad orientarsi per trovare soluzioni.
Lo sportello online consentirà una più facile e continua fruizione anche durante il lockdown, che inevitabilmente comporterà una limitazione degli spostamenti.
L’iniziativa rientra nelle numerose attività che le ACLI di tutta Italia hanno messo in campo nel corso della pandemia che ha evidenziato tante criticità, tra queste la grande pressione a cui sono sottoposte le donne, in particolare le lavoratrici, costrette a mantenere un difficile equilibrio tra il lavoro e l’esigenza di seguire i figli minori e gestire la famiglia.
Come dimostra una recente ricerca di Save the Children con l’Associazione Orlando, molte mamme italiane sono costrette a rinunciare alla carriera professionale: si pensi che tra i 25 e i 54 anni solo il 57% delle madri risulta occupata rispetto all’89,3% dei padri.

Spesso non possono appoggiarsi ad una rete per la prima infanzia e dichiarano di aver dovuto modificare alcuni aspetti della propria vita lavorativa per conciliare famiglia e lavoro, come dimostra il fatto che il 18% delle donne ha scelto la riduzione dell’orario di lavoro a fronte del 3% degli uomini.