img-header-servizio-civile

CONTATTI

Tutti i numeri ed info utili

BANDO VOLONTARI 2019

Impegno civico e
leadership di comunità

IL SERVIZIO CIVILE NELLE ACLI

La storia delle Acli, iniziata 75 anni fa, è legata profondamente al Servizio Civile, sia in termini di tradizione ed impegno civico sia come grande occasione di rigenerazione associativa, sperimentando ogni anno nuove modalità per mettere al centro i giovani nella promozione della giustizia, dell’inclusione sociale e della diffusione di uno spirito di prossimità e gratuità a favore di una società più equa.

Per le Acli il Servizio Civile Universale rappresenta un impegno concreto verso le nuove generazioni a servizio del bene comune.
Per i giovani che lo scelgono, il Servizio Civile nelle Acli, oltre che la concretizzazione del valore della difesa non armata della patria, è anche formazione, impegno civico, leadership di comunità; è mettersi a servizio non come singolo ma come “parte di qualcosa”.

Dal 2003 al 2018 sono stati messi a bando circa 7.500 posti dalle Acli per un totale di 14.700 domande pervenute dai giovani di tutta Italia e 419 sedi d’attuazione che hanno accolto gli operatori volontari selezionati. Per la gestione ed il coordinamento dell’ampio sistema di Servizio Civile delle Acli in Italia e all’Estero sono dedicate risorse specifiche, personale interno ed uffici predisposti al fine di rispondere alle esigenze dei volontari e dei collaboratori che li affiancano nei diversi territori.

I progetti di Servizio Civile nelle Acli rispecchiano l’impegno dell’associazione nell’assistenza e nell’educazione culturale, sociale ed ambientale, le azioni sono mirate a favorire lo sviluppo di reti in grado di sostenere l’inclusione sociale dei diversi destinatari ai quali sono rivolte (anziani, giovani, cittadini stranieri, famiglie, ecc). Le attività, in coerenza con gli obiettivi specifici di ogni progetto, spaziano tra: l’animazione culturale; l’organizzazione di eventi informativi; percorsi di cittadinanza attiva; laboratori di sostegno scolastico; la realizzazione di percorsi motori e sportivi per bambini, ragazzi ed anziani; la creazione di processi sostenibili per il riutilizzo delle eccedenze alimentari, ecc.

Il Servizio Civile nelle Acli è dunque un laboratorio educativo per tutti gli operatori volontari accolti; un’occasione per crescere come persone e come cittadini in un’ottica di solidarietà e di condivisione; un progetto al servizio della pace intesa come promozione della giustizia, del benessere e della coesione sociale, della solidarietà e della cooperazione internazionale; un contributo alla salvaguardia del patrimonio naturale, artistico e culturale ma soprattutto l’impegno volontario in uno spirito di prossimità e gratuità per rendere la nostra società più abitabile e più accogliente per tutti.

COS’È IL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

In origine, dall’anno della prima legge sull’obiezione di coscienza nel 1972, il Servizio Civile ha sostituito quello militare per i giovani che si dichiaravano contrari all’uso delle armi e alla leva obbligatoria.

Più recentemente, il nuovo Servizio Civile “volontario”, non più legato alla leva obbligatoria in quanto sospesa nel 2005, è stato istituito con la legge 64 del marzo 2001 e il Dlgs. 77 dell’aprile 2002 che ne definiscono caratteristiche, finalità, benefici e compiti.

Con il Dlgs. 6 marzo 2017, n. 40, il Servizio Civile diventa Universale e punta ad accogliere tutte le richieste di partecipazione da parte dei giovani che, per scelta volontaria, intendono fare un’esperienza di grande valore formativo e civile, in grado anche di dare loro competenze spendibili nel mondo del lavoro.
Diventare volontario di Servizio civile significa fare un’esperienza formativa e di crescita personale sia per il valore civico dei progetti nei quali gli operatori volontari sono coinvolti, sia per il complesso di relazioni sociali che si sviluppano attorno a tale esperienza.

CONFERENZA NAZIONALE ENTI DI SERVIZIO CIVILE (CNESC)

Le Acli aderiscono e fanno parte del Consiglio di Presidenza della Cnesc, la Conferenza Nazionale che raccoglie i maggiori Enti impegnati nella promozione del Servizio Civile ai sensi della legge 64/01, oggi Servizio Civile Universale.

La Cnesc è stata fondata il 2 giugno del 1988 con l’obiettivo di promuovere la cultura dell’Obiezione di Coscienza all’uso delle armi ed in seguito del Servizio Civile, sostenere una visione nazionale ed internazionale della pace mediante interventi non armati e non violenti e sviluppare la rappresentanza degli enti di Servizio Civile nel rapporto con l’amministrazione pubblica e gli altri enti.

Attualmente la Cnesc è composto da 23 associazioni di dimensione nazionale, ovvero: ACLI, ASSOCIAZIONE ITALIANA SCLEROSI MULTIPLA – AISM ONLUS, ANPAS Nazionale, ANSPI Servizio Civile, ASSOCIAZIONE COMUNITÀ PAPA GIOVANNI XXIII, ARCI SERVIZIO CIVILE, AVIS Nazionale, Caritas Italiana, CESC Project, COORDINAMENTO NAZIONALE COMUNITÀ DI ACCOGLIENZA CNCA, CONFCOOPERATIVE – FEDERSOLIDARIETÀ, Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, COMMISSIONE SINODALE PER LA DIACONIA – DIACONIA VALDESE, Salesiani per il Sociale APS (già “FEDERAZIONE SCS/CNOS – SALESIANI PER IL SOCIALE”), FOCSIV – VOLONTARI NEL MONDO, INAC – ISTITUTO NAZIONALE ASSISTENZA CITTADINI, ISTITUTO DON CALABRIA SERVIZIO CIVILE NAZIONALE, LEGA NAZIONALE DELLE COOPERATIVE E MUTUE, Shalom – Progetto Famiglia OdV, UILDM – UNIONE ITALIANA LOTTA ALLA DISTROFIA MUSCOLARE, U.N.I.T.A.L.S.I. (UNIONE NAZIONALE ITALIANA TRASPORTO AMMALATI A LOURDES E SANTUARI INTERNAZIONALI), Comitato Italiano per l’UNICEF ONLUS, UNPLI Servizio Civile.

Nel dettaglio, secondo gli ultimi dati a disposizione, le sedi accreditate in Italia afferenti agli enti facenti parte della Cnesc rappresentano il 28,41% sul totale di sedi inserite nell’Albo nazionale. Le 1.177 sedi cnesc all’estero formano il 59,69% del totale nazionale.

Ogni anno la Cnesc, mediante il sostegno di degli enti associati, elabora il Rapporto sul servizio civile nel quale vengono descritti aspetti qualitativi e quantitativi del Bando terminato facendo luce, ogni anno su aspetti differenti dell’esperienza di servizio civile con l’obiettivo di rappresentare la realtà del Servizio civile, migliorare le attività connesse e condividere idee e progetti futuri.

Per approfondimenti sull’ultimo Rapporto annuale clicca qui